Carioca Chandra Edgar – Oxum

Share Button
or-re

La visione futura della propria destinazione turistica

Per la località turistica l’organizzazione è sempre stata la sfida più ambiziosa. Proporre nuovi benefici turistici genera da sempre un qualche effetto critico sulla sostenibilità ambientalo o sociale od economica. Quello che vivono gli ospiti infatti è raro che lo vivano nello stesso modo i “locals”.

La visione del futuro della nostra destinazione turistica

Per quanto brava possa essere una figura leader nel turismo sul proprio territorio, l’organizzazione reale del suo sviluppo dipende dalla coesione delle persone nell’operare in modo condiviso. E il modo di operare richiede di condividere tre principi fondamentali:
•   una visione “illuminata”
•   una forza determinata
•   una capacità di non lasciarsi contagiare da pregiudizi e le debolezze umane.

La prima, la visione, la potremmo definire il sogno che muove le acque; la seconda, la forza determinata, è quella tenacia con cui persistiamo nel credere di trovare nuove soluzioni ed investimenti, ovvero di “metterci dentro tutte le nostre forze individuali“;  la terza, – la più delicata – è quando le persone abbandonano la diffidenza, per aprirsi alla missione di realizzare quella visione.

Non ci sono piani per questo tipo di modo di operare. Esiste solo onestà d’intenti. Il piano è qualcosa che si basa sulla diffidenza verso chi coopera. Il punto rimane quindi sempre lo stesso: il fine è condiviso?

Visione, determinazione, unità d’intenti.

Si tratta di tre principi fondamentali per realizzare un’organizzazione efficace di una destinazione turistica. La sua ricetta rimana sempre la formazione.

Ora due domande a chi si ritiene pronto: se riuscissi a disporre di una simile organizzazione, quale sarebbe la visione “illuminata” che vorrei condividere nella mia località? E cosa mi consente di sonservare il valore di questa organizzazione?

PS:

un consiglio a chi – in una destinazione turistica – amministra il bene pubblico: non delegate questo lavoro ai consulenti. Scrivetelo da soli, siate brevi, concisi e – senza mezzi termini – coraggiosi nell’esser responsabili delle vostre idee.

 

Save

Save

Save

Share Button

Genius Loci, le Radici del Turismo Sostenibile

Genius Loci, le Radici del Turismo Sostenibile

È sempre richiesto e ricercato. Soprattuto da chi cerca risposte è concrete e crede nello sviluppo sostenibile.

Genius Loci nasce dopo che ho osservato nel mio lavoro casi di sviluppo turistico che hanno letteralmente lasciato  i  “segni sulla terra”: dove insomma il rispetto dell’ambiente, della natura e del retaggio storico di valori accumulato da generazioni che hanno vissuto in armonia in quel luogo. Ecco l’idea di questa – se mi è concesso definirla – piccola “guida”. Leggi tutto…

Share Button

Sostenibilità Il Mito e la Realtà

Sostenibilità, Mito e Realtà

Sostenibilità, è e sarà probabilmente il tema dominante del nuovo millennio.

Il fabbisogno di ogni individuo, famiglia, organizzazione, comunità, paese, nazione.

L’aumento progressivo della popolazione è inevitabile che stia generando lo sviluppo delle attività umane. Attività che necessitano di maggiori fonti di sostentamento e di energia. E il fenomeno dell’entropia diviene realtà. Per ogni nuovo abitante umano sulla terra, la terra dovrà produrre di più cibo.

Le specie animali, il mondo vegetale, tutta la catena alimentare, soggetta a questo processo, è l’oggetto di studio per uno sviluppo sostenibile. Ma sembra una gara senza pari: l’economia, o stile di vita, il significato dei luoghi che viviamo, delle abitudini e delle tradizioni correlate alla natura e all’ambiente stanno cambiando.

Quale è la sostenibilità possibile quindi di fronte a queato cambiamento?

Leggi tutto…

Share Button

isole-svalbard-aurora-boreale-sopra-arca-dei-semi

L’ Arca

Ipotizziamo un cambiamento epocale, cosa vorremmo portare con noi su una probabile arca? Cosa desideriamo salvare di questo mondo? Quali sono le scelte prioritarie che faremmo?

Stiamo vivendo un momento di cambiamento e di riassestamento dei valori, e la transizione in questi momenti ci unisce tutti. Leggi tutto…

Share Button

Para eu Parar de Me Doer (Versão: Carioca e Chandra)

Share Button